Contenziosi risolti in 120 giorni. Ecco la legge sulla Camera di conciliazione

cameraconciliazione La Regione approva la legge sulla Camera di conciliazione regionale, uno strumento nuovo per affrontare il tema dei contenziosi con la Pubblica amministrazione e per portarli a soluzione in un massimo di 120 giorni: 90 per la conciliazione e 30 per il pagamento. E grazie alla Camera di conciliazione la Regione potrà avere una vera e propria mappatura della Pubblica Amministrazione.

 

Una 'corsia preferenziale' per risolvere rapidamente i contenziosi con la pubblica amministrazione regionale, in particolare in campo sanitario, riducendo così anche i costi per le casse pubbliche. La legge prevede l’obbligo per le aziende regionali di inserire nella loro carta dei servizi la clausola conciliativa per danni di importo non superiore a 50 mila euro. La clausola prevede la possibilità per gli utenti di ricorrere a questa procedura attraverso una scelta libera e volontaria e l’obbligo per gli enti di partecipare alla procedura e di pagare, in caso di accordo, entro 30 giorni.

 

Tre gli obiettivi principali della nuova legge. Il primo, il più importante, è quello di garantire uno strumento in più per la riduzione del contenzioso; il secondo è quello della riduzione dei costi: solo nel 2014 nel Lazio sono stati spesi 324 milioni di euro per il fondo rischio solo per le cause sanitarie. Il terzo ed ultimo obiettivo è quello del rafforzamento degli standard qualitativi dei servizi. Possono essere nominati quali conciliatori medici solo mediatori esperti, su designazione dell'Osservatorio sui Conflitti e sulla Conciliazione a Roma e nel Lazio. I conciliatori saranno individuati da un Consiglio direttivo di tre membri, nominati dal Presidente della Regione d’intesa con l’Osservatorio ed il Comitato regionale degli utenti e dei consumatori. Nel corso della conciliazione le parti potranno farsi assistere da un loro rappresentante, scelto anche tra le associazioni dei consumatori.

 

“Portare a risoluzione i contenziosi con la pubblica amministrazione regionale in un massimo di 120 giorni. Sembra un sogno ma non abbiamo paura a provare perché non se ne può più di vivere in un tempo nel quale i problemi si contemplano o peggio si cavalcano per raccattare qualche consenso - lo ha detto il presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: il tema dei contenziosi con la Pubblica amministrazione è drammatico e noi con questa legge sulla Camera di Conciliazione portiamo il Lazio nel futuro”.  

Nessun commento ancora

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: