Lazio: dalla Regione 291 milioni per il welfare

welfare_zingaUn investimento di 291 milioni per i prossimi anni per un importante rilancio del welfare in tutto il Lazio, con tre obiettivi: potenziamento e miglioramento della qualità dei servizi rivolti ai soggetti fragili (in particolare minori e anziani con limitata autosufficienza); alleggerimento dei carichi dei nuclei familiari più vulnerabili e dei caregiver; creazione di benessere per i soggetti fragili e per le loro famiglie.
Il programma è stato presentato questa mattina dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e dall’assessore alle Politiche sociali, Sport e Sicurezza, Rita Visini, e ha il suo fulcro nella nuova legge sul welfare approvata dieci giorni fa in Consiglio regionale.

 

Quattro le direttrici di intervento a carattere sociale:

 
– sviluppo di servizi per le famiglie con bambini nella prima infanzia (78 milioni). Tra queste, la Regione Lazio come prima azione ha approvato l’iniziativa ‘Nidi al via’, del valore di 3 milioni di euro con l’intento di aprire 17 nuovi asili nido per complessivi 560 nuovi posti bimbo già dall’anno educativo 2016/2017. Le prossime iniziative saranno: i nidi aziendali e l’erogazione di voucher (buoni/servizio) alle famiglie del valore di 150/200 euro mensili, per tre anni, da utilizzare presso tutte le tipologie di asilo nido (pubblici e privati) del territorio regionale;

 
– sviluppo di servizi per famiglie con over 75 a ridotta autosufficienza (94 mln). In particolare, è prevista l’erogazione di voucher da 300 a 500 euro per favorire l’accesso dei nuclei familiari alla rete dei servizi sociosanitari domiciliari e a ciclo diurno, oltre allo sviluppo della rete di centri diurni e altri servizi semiresidenziali, per cui sono stanziati 9 milioni di euro;

 

– progetti sportivi per i minori dei nuclei familiari più vulnerabili (7 mln);

 
– interventi di contrasto alla povertà che prevedano specifiche misure di inclusione attiva (112 mln). L’obiettivo della Regione è quello di sostenere le famiglie e le persone in condizioni di povertà creando una rete tra gli attori del territorio (istituzionali e no), per attivare percorsi di reinserimento lavorativo e sociale fondati sulla presa in carico globale della famiglia.

 

“Abbiamo voluto mettere benzina dentro questa macchina: abbiamo votato in giunta il più grande investimento sul welfare che il Lazio abbia mai conosciuto e fra i più importanti in Italia”. Lo ha affermato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, presentando questa mattina gli investimenti regionali nel sociale. Quello presentato oggi “è un programma integrato che comincia a lavorare insieme dentro un unico progetto per evitare che anche quando le risorse ci sono vengano utilizzate fuori da un disegno complessivo”.

Per il presidente Zingaretti si tratta di “un piano quantitativamente significativo per le risorse economiche, oltre 291 milioni, ma è anche una grande innovazione che tenta si unire voci di bilancio diverse dentro un’unica anima”.

“Un piano – ha concluso -che per la prima volta dà un orizzonte nuovo e rimette al centro il diritto della persona di essere una persona”.