La Regione investe 8,5 milioni per l’anno scolastico 2014/2015

scuola-inizio3Con il piano annuale per gli interventi per il diritto allo studio scolastico 2014/2015 sono stati stanziati 8,5 milioni di euro così suddivisi:

7,2 milioni destinati alle Province per servizi essenziali come trasporti, mense e libri,
595 mila euro (circa) investiti per progetti didattici aggiuntivi rispetto al Piano dell’Offerta Formativa,
700 mila euro, già da settembre, a disposizione dei Comuni per interventi nelle scuole dell’infanzia.

 
“Investire sul diritto allo studio in tutte le sue declinazioni, dalla scuola all’università, è stato uno dei punti centrali dell’operato della Giunta in questo anno e mezzo – dichiara il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – proseguiremo su questa strada perché la conoscenza rappresenta un asse strategico per il futuro dell’economia del Lazio”.

“Con i finanziamenti destinati alle scuole dell’infanzia – conclude il vicepresidente della Regione Lazio ed assessore alla scuola, Massimiliano Smeriglio – la Regione Lazio dà il suo contributo per interventi di primaria importanza, questi fondi potranno infatti essere utilizzati per il prolungamento dell’orario scolastico, l’apertura di nuove sezioni o il personale educativo, tutte priorità che combaciano con le esigenze delle famiglie, ma anche delle lavoratrici e lavoratori del settore. Il piano annuale degli interventi per il diritto allo studio scolastico 2014/15 punta ad assicurare i livelli standard dei servizi essenziali, oltre a stanziare risorse con l’obiettivo di arricchire l’offerta formativa attraverso progetti innovativi e sperimentali”.

Rispondi