Lazio, Lista Zingaretti: una occasione di risveglio civico

Saluto introduttivo alla serata dei sostenitori della Lista Zingaretti, Antonianum, 18 dicembre 2012

Chi vuole candidarsi a governare la Regione Lazio deve dimostrare che è possibile avere un’altra idea dell’agire pubblico, trasparente, aperto ai bisogni delle persone, all’innovazione, alla partecipazione dei cittadini. Si tratta di immaginare un nuovo inizio che ridia valore alla politica come strumento di miglioramento della vita della società e come mezzo per costruire l’interesse generale. La politica, se fatta bene, con passione e dedizione, è una bella cosa, come ha spiegato Roberto Benigni, nel raccontarci la Costituzione Italiana. Continue reading

TERESA PETRANGOLINI PRESIDENTE COMITATO ZINGARETTI – Elezioni Lazio 2013

zingaretti immaginaTeresa Petrangolini – “Non so se in altri tempi avrei accettato l’invito fattomi dal candidato Presidente Nicola Zingaretti di contribuire al cambiamento di una delle Regioni più grandi d’Italia. Oggi i tempi sono cambiati: non posso pensare che la mia Regione, il Lazio, sia diventata il simbolo del malaffare e vorrei dare una mano per una inversione di rotta, soprattutto nella sanità, nelle politiche sociali e nei servizi per i cittadini. Continue reading

QUESTA VOLTA BERLUSCONI NON VINCE: L’ITALIA E’ MEGLIO DI LUI

Nonostante sia sempre stata una profonda antiberlusconiana – è una questione di pelle -, non ho mai scritto niente sul perché votare Berlusconi sia “farsi del male da soli”, parafrasando Fiorello. La stessa Cittadinanzattiva è sempre intervenuta sulle cose che il Governo Berlusconi faceva, criticandole anche duramente, ma non ha mai fatto una battaglia contro di lui. I commenti, le critiche, le ingiurie, gli sberleffi sono sempre stati tanti e spesso lo hanno addirittura rafforzato, secondo il principio che dice che parlar male di una persona, ma comunque parlarne, porta pubblicità al destinatario. Continue reading

Primarie PD: quelli che non possono votare

Come essere stritolati dalla polemica Bersani/Renzi

Lo ammetto: prima di venerdì 23 novembre non avevo ancora deciso se andare o meno a votare alle primarie del PD. Quel giorno mi sono decisa. Ho sempre votato alle primarie, anche se non mi sono mai iscritta ad un partito. Lo intendo come un dovere civico, un principio per ottenere il quale mi sono sempre battuta. Fin da quando negli anni ’90 Cittadinanzattiva decise di utilizzare lo strumento delle primarie per eleggere i componenti dei suoi organi istituzionali, al livello locale, regionale e nazionale. Continue reading